Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaArresti › Maxi-operazione a Cagliari, in cella storico boss di Is Mirrionis
M.L.P.C. 18 ottobre 2014
Grossa operazione dei Carabinieri, che permette di fermare l’attività di spaccio della banda della droga nel quartiere cagliaritano: durante il blitz, perquisizioni a tappeto e sequestro di droga
Maxi-operazione a Cagliari, in cella storico boss di Is Mirrionis


CAGLIARI – Il blitz è scattato a Cagliari all’alba di venerdì: sono state passate al setaccio varie abitazioni di persone sospettate. Sono stati sequestrati settecento grammi di droga di vario genere tra cocaina e hashish, arrestate tre persone e una denunciata.

Tra gli arrestati, anche uno dei boss della banda di Is Mirrionis (il 60enne Elio Contu, considerato uno degli storici boss del quartiere cagliaritano). La droga era ben nascosta in mobili, peluche e scatole, ma anche all’interno di vari infissi delle abitazioni. Addirittura nei magazzini e nel vano ascensore dei palazzi perquisiti.

Questo è il bilancio dell'operazione dei carabinieri di Cagliari con cinquanta militari e le unità cinofile dello Squadrone Eliportato di Abbasanta. Oltre a Contu in manette sono finiti il 31enne figlio Alessandro ed il 61enne Gino Manca.
Commenti
20/6/2018
Si è conclusa con un provvedimento di custodia cautelare in carcere, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari su proposta del pubblico ministero, una complessa attività di indagine svolta dalla Polizia locale di Sassari all´indomani di una violenta rapina nel centro urbano risalente al 27 maggio
19/6/2018
Durante lo scorso week-end, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Sassari è intervenuta a Florinas, dove era stata segnalata al 112 una lite in corso tra cittadini extracomunitari. Giunti sul posto, i militari dell’Arma hanno trovato un marocchino con una copiosa ferita ad una mano, che ha riferito di essere stato poco prima aggredito per futili motivi, mentre si trovava all’interno della propria abitazione, da un connazionale, dileguatosi subito dopo per le vie limitrofe
© 2000-2018 Mediatica sas