Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSportSicurezza › Code al Sant´Elia, tifosi siano puntuali
M.L.P.C. 21 ottobre 2014
Code al Sant’Elia nell’ultima partita disputata dal Cagliari contro la Samp: le raccomandazioni del Gos in una nota di replica
Code al Sant´Elia, tifosi siano puntuali


CAGLIARI - Il Gruppo Operativo di Sicurezza chiede ai tifosi di rispettare gli orari di ingresso allo stadio. Dopo che i giornali, nell’ultimo weekend, hanno segnalato il formarsi di lunghe code ai tornelli dello stadio Sant’Elia per il match Cagliari-Sampdoria causate, a detta della stampa, dall’insufficienza degli accessi e del personale, il Gos, Gruppo Operativo di Sicurezza (nominato dal Prefetto e coordinato da un dirigente della Questura) vuole sottolineare come si sono svolti i controlli e gli accessi allo stadio.

La normativa di settore spiega che l’ingresso all’impianto sportivo da parte dei tifosi deve avvenire con largo anticipo, due ore prima dell’inizio dell’evento sportivo e sarà la società sportiva organizzatrice che curerà le attività di filtraggio degli spettatori presso i tornelli di accesso con personale qualificato, gli steward. Al momento dell’ingresso poi lo spettatore dovrà esibire il tagliando d’accesso insieme al documento di identità e sottoporsi ai controlli di sicurezza del caso.

Per ciò che riguarda la partita "incriminata", il Gos rende noto che era stato predisposto un numero di steward molto superiore al minimo previsto (posizionati per lo più in curva nord) e che la coda si è effettivamente formata perché, nonostante siano stati aperti gli ingressi con le due solite ore d’anticipo, gli spettatori sono giunti la maggior parte durante gli ultimi 15 minuti utili. I controlli di sicurezza sono stati fatti come previsto dalle normative: da qui il formarsi della fila e oggi, col comunicato stampa diffuso dalla Questura, la richiesta da parte del Gruppo Operativo che i tifosi si presentino agli ingressi con largo anticipo.

Nella foto: il nuovo Sant’Elia
Commenti
24/3/2017
«Non si tratta più di progetti di accoglienza, ma è diventata una vera e propria invasione». Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu taglia corto sull’arrivo a Cagliari dei 900 profughi
24/3/2017
«Una follia. È inaccettabile che il Governo consideri l’Isola solo per farne un grande centro di accoglienza, con la complicità di una Giunta regionale sottomessa e servile rispetto alle decisioni del Governo», dichiara il consigliere regionale di Forza Italia Edoardo Tocco
23/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot è attraccata questa mattina nel molo Ichnusa. A bordo, 740 uomini, 102 donne (di cui otto in stato di gravidanza) e 58 minorenni. Dopo le operazioni di prassi, verranno trasferiti nei centri di accoglienza sardi
23/3/2017
«La Regione punta su un modello di accoglienza diffusa sul territorio. Anci e Ministero degli Interni hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa che noi condividiamo. E’ la strada giusta per garantire ai migranti una vera ospitalità e reali opportunità di integrazione». Lo ha dichiarato l’assessore regionale degli Affari generali con delega all’immigrazione Filippo Spanu, che ha seguito sulla banchina del Molo Ichnusa le operazioni di primo soccorso ed assistenza ai migranti sbarcati oggi nel porto di Cagliari
23/3/2017
La Protezione civile del Comune di Alghero si è dotata di due defibrillatori e dell’attrezzatura di primo soccorso che, in caso di necessità, costituiranno presidio operativo a garanzia dei cittadini
23/3/2017
Questa mattina, i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, insieme ad un artificiere dei Cacciatori di Sardegna di stanza ad Abbasanta, hanno fatto brillare una bomba a mano trovata dietro un muretto a secco
© 2000-2017 Mediatica sas