Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCulturaArteDa dove sta chiamando: festival dal 26 ottobre
S.I. 21 ottobre 2014
Per il secondo anno consecutivo "Autunno Danza" e "Signal" scelgono di far incontrare linguaggi ed espressività diverse all´interno dell´evento unico Da Dove Sto Chiamando
Da dove sta chiamando: festival dal 26 ottobre


CAGLIARI - Raccontare il contemporaneo attraverso la musica, la danza, le arti performative: in arrivo il festival "Da Dove Sto Chiamando" in programma a Cagliari tra 26 ottobre e 29 novembre nei tre spazi Il Lazzaretto, Auditorium Comunale, Palazzo di Città. Da Dove Sto Chiamando 2014 è per il secondo anno la sintesi degli appuntamenti culturali "Autunno Danza" e "Signal Festival", dedicati all'esplorazione dei linguaggi contemporanei. I due Festival, organizzati rispettivamente dalle associazioni Spazio Danza e TiConZero, hanno portato in città negli ultimi anni diversi protagonisti di rilievo nel panorama artistico internazionale. Per il secondo anno consecutivo "Autunno Danza" e "Signal" scelgono di far incontrare linguaggi ed espressività diverse all'interno dell'evento unico Da Dove Sto Chiamando, con l'obiettivo di lavorare in sinergia, andare oltre il pensiero rigido e stereotipato e cercare nuove etiche ed estetiche.

In programma un ricchissimo calendario di spettacoli, performance e laboratori impreziosito da installazioni audio-visive inedite. La compagnia francese Beau Geste, gli italiani Virgilio Sieni, Simona Bertozzi, Daniele Albanese, Francesca Foscarini, Michela Lucenti, Sara Marasso, la compagnia catalana Vero Cendoya e il grande danzatore butoh Gyohei Zaitsu dal Giappone sono alcuni degli ospiti per la sezione danza, mentre la parte musicale del festival sarà rappresentata da Z'EV, Gianluca Becuzzi, La Generale d'Experimentation, Raoul Moretti, Adam Ansen, Olivier di Placido, Sec_ e altri. Inoltre sarà realizzata una coproduzione Spaziodanza Ticonzero site specific per il Palazzo di Città. In programma anche laboratori dedicati a danza, creatività, musica e improvvisazione; nei giorni del festival sarà inoltre creata una cornice di installazioni audio-visive con artisti isolani e non solo. In occasione del Festival, considerato che da settimane il quartiere storico di Castello è interessato da un progetto di pedonalizzazione con divieto parziale di transito e parcheggio, il CTM spa metterà eccezionalmente a disposizione la navetta n. 7 fino a mezzanotte nell'ambito di un accordo stipulato grazie alla collaborazione tra organizzatori, amministrazione comunale e comitato di quartiere.

Il festival "Da dove sto chiamando" è organizzato dalle associazioni Spazio Danza e TiConzero con la direzione artistica di Momi Falchi, Tore Muroni e Alessandro Olla. Quest’anno il festival ha allargato la sua rete di collaborazioni e intersezioni con altre associazioni attente ai linguaggi dell’arte contemporanea: Carovana SMI e il suo progetto "Approdi" , l’associazione Spaziomusica con "Winter Project 2014", la neonata associazione Venticinquegradi e il gruppo MovieMentu. In programma anche interventi formativi con il Liceo Classico Siotto Pintor e il Conservatorio di Musica P. Da Palestrina, indispensabili per avvicinare le nuove generazioni ai linguaggi della contemporaneità.



Nella foto un esposizione del festival
Commenti
25/4/2017
Il vernissage di venerdì scorso presso l’elegante e prestigioso spazio espositivo MCasa di Oristano è stato “battezzato” da un enorme successo di pubblico. Presente il direttore della Fondazione Alghero, Paolo Sirena
25/4/2017
l’Associazione Inschibboleth e Spazio Chora presentano “Le arti nell’abitare”: inaugurazione della casa d’artista di Ica Spanu e Antonio Salis. L´appuntamento il 28 aprile a Sennori
10:36
Sabato 29 aprile al Mut la mostra fotografica di Francesca Meloni. Tra maggio e luglio al museo personali di foto e pittura.
25/4/2017
Sabato 29 aprile, Pettinengo, via Fiume, 12 - presentazione delle collezioni e inaugurazione del Museo delle Migrazioni, Cammini e Storie di Popoli – rappresentanze in abiti tradizionali da Pestarena (Valle Anzasca), dalla Bürsch (Valle Cervo) e da Pettinengo
© 2000-2017 Mediatica sas