Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaArresti › Entra armato in Tribunale: arrestato
M.L.P.C. 23 ottobre 2014
Col metal detector lo beccano all’ingresso del Palazzo di Giustizia di Cagliari con quattro coltelli. Tenta la fuga ma viene bloccato dagli agenti
Entra armato in Tribunale: arrestato


CAGLIARI - Sembra una di quelle vicende che succedono solo nei polizieschi made in Usa: un uomo armato di coltelli che entra indisturbato in tribunale. E invece no: è successo mercoledì mattina a Cagliari. Non erano neanche le 11 quando Massimo Fadda, di Villamassargia, disoccupato cinquantenne pluripregiudicato (sarebbe stato denunciato anche dalla moglie per maltrattamenti in casa) ha cercato di eludere la sorveglianza portando con sé due coltelli legati al portachiavi e altri due, con lama molto più lunga, in tasca.
All’avviso dei metal detector la polizia municipale si è precipitata per fermarlo.

Gli agenti l’hanno portato negli uffici del Palazzo di Giustizia per interrogarlo. Da qui apparentemente tutto secondo la norma se non fosse che l’uomo improvvisamente ha tentato la fuga. I poliziotti hanno iniziato la caccia all’uomo tra i lunghi corridoi del tribunale: alla fine il cinquantenne è stato fermato e denunciato a piede libero per porto abusivo di armi.

Durante l’interrogatorio ha dichiarato agli agenti che si stava recando a seguire lo scioglimento del matrimonio di un amico ma, cosa ancora più strana, che non sapeva di essere armato. Ora sono scattate anche le indagini per capire il motivo di questo assurdo gesto.

Nella foto: Tribunale di Cagliari
Commenti
25/5/2016
Svolta nelle indagini. Il movente che avrebbe spinto un 18enne di Nule ad uccidere il 19enne studente, sarebbe da ricercare in una precedente offesa
26/5/2016
All´alba di oggi, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno eseguito l´ordinanza emessa dal gip di Tempio Pausania. I cinque sono ora gli arresti domiciliar
25/5/2016
Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito un´ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sassari per violenza sessuale aggravata
© 2000-2016 Mediatica sas