Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaManifestazioni › Flumini: una fiaccolata per non dimenticare
A.B. 25 ottobre 2014
Questa sera, è in programma in Via dell’Autonomia Regionale Sarda un corteo per ricordare le vittime di quella strada e sostenere Lorenzino, che lotta per sopravvivere all´ennesimo incidente
Flumini: una fiaccolata per non dimenticare


FLUMINI DI QUARTU - Sabato, in Via dell'Autonomia Regionale Sarda, a Quartu, è in programma un corteo-fiaccolata per ricordare le vittime di quella strada e sostenere Lorenzino, che lotta per sopravvivere all'ennesimo incidente capitato nella famigerata via [LEGGI], e la sua famiglia. I partecipanti si ritroveranno nel piazzale antistante la Chiesa di Santa Maria Degli Angeli, in Via dei Mughetti, a partire dalle ore 19, dove verranno distribuite le fiaccole ai presenti.

Alle 19.30, partirà il corteo, che arriverà nei pressi dell'abitazione del piccolo Lorenzo, per poi tornare al punto di partenza. Il corteo, oltre che dai Vigili Urbani, sarà scortato da alcune delle ambulanze che hanno salvato tante vite in Via dell'Autonomia Regionale Sarda.

Gli organizzatori ci tengono a sottolineare che non si tratterà di una manifestazione politica e pertanto, «si invitano i partecipanti, politici e non, a non esporre simboli politici e a non proporre temi o argomenti già trattati negli incontri civici che si sono svolti sul tema della sicurezza». La fiaccolata è aperta alla partecipazione di tutti i cittadini, che sono invitati al decoro e al raccoglimento.

Nella foto: l’ospedale Brotzu, dov’è ricoverato Lorenzino
Commenti
11:39
Lunedì pomeriggio, nel salone dell´ex Seminario, il contrammiraglio in riserva Romano Sauro, nipote dell´eroe nazionale, presenterà “Storia di un marinaio”, appuntamento che rientra all´interno del programma ufficiale delle commemorazioni curate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri
18/1/2017
Grande festa di gusto e tradizione. Trenta suggestive postazioni con le prelibatezze della cucina locale, buona musica e le maschere carnevalesche di “S’ainu orriadore”
© 2000-2017 Mediatica sas