Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaSanità › «Pigliaru vada avanti con riforma sanità»
S.I. 26 ottobre 2014
Solo di stipendi di direttori generali, sanitari e amministrativi e di revisori dei conti spiega il coordinatore dei Riformatori Sardi Michele Cossa «si risparmierebbero cinque milioni, senza ridurre di una virgola le prestazioni»
«Pigliaru vada avanti con riforma sanità»


CAGLIARI - «Pigliaru vada avanti nella vera riforma della Sanità con il taglio delle Asl. I Riformatori lo sosterranno in Aula con determinazione e avrà certamente i nostri voti». Lo dice il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa e continua «i Riformatori hanno presentato sia nella scorsa legislatura sia in questa una proposta di legge tesa a eliminare tutte le Asl, salvo una in cui lasciare i compiti di gestione amministrativa relativi a tutto il territorio regionale. In poche parole un solo ufficio acquisti invece di undici, un solo ufficio per la gestione del personale in invece di undici, un solo servizio di pagamenti e fatturazione invece di undici».

«A fianco della Asl unica , otto circoscrizioni sanitarie con pieni poteri per quanto riguarda l’assistenza e nessun potere amministrativo: l’unico modo per assicurare ai diversi territori le massime garanzie di salvaguardia dei servizi offerti ai loro cittadini e allo stesso tempo ridurre costi e clientelismo che così tanto appesantiscono il servizio sanitario della nostra regione».

Solo di stipendi di direttori generali, sanitari e amministrativi e di revisori dei conti, prosegue Cossa, «si risparmierebbero cinque milioni, senza ridurre di una virgola le prestazioni. La proposta del presidente della Regione, in ogni caso, va decisamente nella direzione da noi indicata per quanto riguarda il taglio consistente delle poltrone e della drastica riduzione dei costi della sanità».
Commenti
19:51
Trentatre nuovi posti auto a disposizione degli utenti sono stati realizzati nel sottopiano dell´ospedale di Sassari aperto al pubblico già da ieri mattina
8:47
Il Comune partecipa all´indagine che coinvolge numerose scuole superiori a livello nazionale. Le informazioni saranno raccolte fino a novembre attraverso la compilazione di un questionario on-line da parte di un campione di circa 15mila studenti in tutta Italia, tra cui anche quelli sassaresi. Una sintesi dei risultati dello studio sarà pubblicata nel sito internet dell’Istituto superiore di Sanità
17/10/2017
L´istituzione del Presidio di Primo Livello per Alghero-Ozieri nel 2018, solo dopo la realizzazione della Rianimazione non piace al Forza Italia. Conferenza stampa di Sandro Farina con Marco Tedde
© 2000-2017 Mediatica sas