Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaPolitica › «Troppa burocrazia e vincoli de minimis»
M.L.P.C. 27 ottobre 2014
Il consigliere di Forza Italia Stefano Schirru contesta gli ostacoli che impediscono di accedere ai fondi per le imprese
«Troppa burocrazia e vincoli de minimis»


CAGLIARI - Nei giorni scorsi il consigliere di Forza Italia Stefano Schirru ha avviato una mozione sugli eccessivi vincoli del bando di erogazione dei fondi della de minimis che è stata sottoscritta dal centrodestra e approvata all’unanimità in Aula. Secondo Schirru «il bando non agevola le categorie deboli, ma solo chi i soldi li ha già o ha le spalle coperte». La mozione quindi ha lo scopo di tutelare e aiutare chi è rimasto invischiato nel ginepraio del regolamento del bando. Il consigliere comunale di opposizione, intervistato da Cagliarioggi dice la sua sulle modalità di accesso ai fondi de minimis: «Impostati in questo modo sono inaccessibili: le risorse sono destinate a soggetti svantaggiati ma nel momento in cui richiedono fideiussione assicurativa o bancaria vogliono tanti avvalli che possono andare bene solo se il richiedente ha le spalle coperte, altrimenti è impossibile accedervi».

Schirru, che conosce bene la situazione, rincara la dose: «il comune (tramite la determinazione de 5/4/2013) anzichè valutare i progetti in base alla possibilità di successo e di effettive potenzialità ha inserito come ulteriore criterio quello di valutare il livello occupazionale, a differenza della Regione che richiede le fideiussioni solo alle società di capitali».

«Io ho chiesto – aggiunge Schirru - al Sindaco e alla Giunta di avviare iniziative volte al rilascio delle fideiussioni e allo snellimento della procedura. Viviamo in un momento in cui è difficile accedere al credito ordinario, i tassi sono elevatissimi e le condizioni non convenienti: il Comune ha a disposizione questi soldi che sono vincolati a questo scopo e si rischia di non spenderli per l’eccesso di burocrazia e rigidità dei regolamenti». Si tratta quindi di 3milioni e mezzo di euro che il Comune dispone per la de minimis e, una volta erogati a imprese di nuova costituzione, resterebbero nella comunità sarda, creando un indotto importante, in un periodo di forte crisi per il commercio e l’occupazione.

Nella foto: Stefano Schirru
Commenti
9:44
La risposta di Sardenya I Llibertat non si fa attendere dopo le esternazioni del gruppo consiliare di Forza Italia in merito alla Fondazione Meta
24/5/2016
I sindaci della Rete metropolitana, che ben si sono guardati a febbraio dall’erigere barricate contro la presa in giro della Rete per consiglieri riottosi, litigano per percentuali di gestione del nulla e si comportano come quella guardia giurata della famosa barzelletta che faceva la guardia al “cassonetto della spazzatura”
11:15
L´ex sindaco Carlo Sechi parla di «fallimento della missione» per la Fondazione (e la Secal) e ne chiede pubblicamente la «liquidazione». Il gruppo consigliare di Forza Italia (che Meta e Secal le hanno create con Tedde sindaco) difendono le scelte del passato e attaccano
16:27
Al netto della fuffa mediatica, Pigliaru si comporta come un commissario liquidatore del Nord Sardegna, in nome e per conto del Governo, trattando metà dell’isola come se fosse una sorta di bad company da sacrificare a beneficio di altri territori
23/5/2016
Sabato 28 maggio, dalle ore 11 alle ore 18.40, e domenica 29, dalle ore 10.30 alle ore 18.50, sarà possibile conoscere gli interni di quella che fu una delle prime grandi fabbriche della Sardegna
23/5/2016
«Al di la delle dichiarazioni trionfalistiche circa l’approvazione del Bilancio di previsione 2016, la realtà dei fatti evidenzia tutta un’altra storia che racconta del pressapochismo e della inadeguatezza di questa Amministrazione comunale, che non manca occasione per darne ampia prova», attacca il consigliere forzista
23/5/2016
L´ex sindaco, leader del movimento di sinistra Sardenya I Llibertat chiede al Primo cittadino lo scioglimento della Fondazione che si occupa della gestione degli eventi turistici e culturali ad Alghero. Parole durissime sui conti, l´amministrazione e i risultati
23/5/2016
Nel corso della giornata, il Presidente e gli assessori saranno impegnati in una serie di incontri con i rappresentanti istituzionali e di categoria nel territorio. Firma dell´Iti
© 2000-2016 Mediatica sas