Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaCronaca › Far west a San Michele: auto incendiata e colpi di pistola
A.B. 2 novembre 2014
Nel pomeriggio, atto intimidatorio contro un residente del quartiere cagliaritano. La Polizia indaga. Dalle prime ricostruzioni, pare che si tratti di un fatto legato al mondo della droga
Far west a San Michele: auto incendiata e colpi di pistola


CAGLIARI – Incendiano l'autovettura e poi esplodono un colpo di pistola contro il portone dell'abitazione del proprietario del mezzo. E’ successo sabato, poco prima delle 14, in Via Val Venosta, nel quartiere San Michele.

I malviventi, prima hanno cercato di dare fuoco all’auto di un uomo residente in zona, poi, non paghi, hanno esploso un colpo di pistola contro il portone del palazzo in cui risiede e sono scappati a bordo di un’auto. Sul posto, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno immediatamente spento il rogo, e gli agenti della Squadra Volante. Le indagini sono passate poi in mano agli investigatori della Mobile.

Secondo una prima ricostruzione, l'intimidazione potrebbe essere collegata ad una discussione avvenuta poco prima. Gli agenti stanno tuttora lavorando per individuare i responsabili e pare che secondo alcune indiscrezioni trapelate, le indagini si starebbero muovendo negli ambienti dello spaccio di droga nella zona.
Commenti
10:01
Nel corso dell´operazione “Danger insurance”, gli uomini della locale Guardia di finanza cagliari hanno individuato un’agenzia assicurativa abusiva e disarticolato un rodato sistema di frode. scoperte oltre ottocento polizze assicurative false, denunciati i quattro responsabili dell’esercizio commerciale e 382 contraenti
10:40
Atto dovuto: Verifiche sulle condizioni di sicurezza a Teatro da parte degli inquirenti all´indomani della tragedia verificatasi ad Alghero con la morte della mamma 45enne caduta dalle scale
24/6/2017
«Ieri pomeriggio intorno alle 14.30, si è reso necessario l’invio d’urgenza di un detenuto di nazionalità italiana presso il vicino pronto soccorso per aver ingerito plexiglass tanto che una volta giunti in ospedale è stato necessario che lo stesso venisse sottoposto ad intervento chirurgico», denuncia il segretario generale aggiunto dell’Osapp Domenico Nicotra
© 2000-2017 Mediatica sas