Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCulturaAmministrazione › Adotta un cane, il Comune ti aiuta
M.L.P.C. 4 novembre 2014
Il Canile Comunale di via Po funziona bene e a pieno regime: tante le migliorie e le adozioni portate a buon fine ma non basta. Contributi per le famiglie che adottano un cane dal canile: la proposta dai consiglieri di maggioranza
Adotta un cane, il Comune ti aiuta


CAGLIARI – Il Canile Comunale di via Po funziona bene e a pieno regime: tante le migliorie e le adozioni portate a buon fine ma non basta. I cani ospitati sono ancora tanti e purtroppo al dramma degli abbandoni non c’è mai fine. Da qui, sensibili al problema si sono dimostrati i consiglieri di maggioranza firmatari di una mozione che prevede, per un cane adottato nella struttura comunale, la concessione di un contributo economico annuo fino al massimo del 60% delle spese per la detenzione in struttura.

Il primo firmatario della mozione, Ferdinando Secchi di Sardegna Pulita, afferma: «Abbiamo presentato questa istanza così come sta avvenendo in molti altri Comuni, per incentivare i cittadini ad adottare i cani presenti nei canili». Secchi sottolinea anche l’importanza della guida all’adozione del cane giusto per la propria famiglia e stile di vita e che, nel caso in cui la Giunta approvi il provvedimento: «Verranno attuati dei controlli post-affido per verificare la serietà della famiglia adottante per evitare che il cane possa essere preso dal canile col solo scopo di ricevere il rimborso spese».

Per chi fosse intenzionato all’adozione di un trovatello, si ricorda che il Canile comunale di Cagliari ha da poco modificato i suoi orari di apertura per facilitare le visite da parte dei cittadini e funziona a pieno regime: la struttura di via Po da gennaio a luglio ha dato in adozione 120 animali, cani ai quali viene garantita, oltre alla visita veterinaria pre-adottiva, il vaccino il richiamo dello stesso e la prima visita veterinaria post-adozione. Soddisfatto Filippo Petrucci, presidente della commissione consiliare competente: «Oltre agli interventi sulla struttura, si sono fatti anche migliorie materiale a costo zero, basti pensare al sito internet dedicato al canile, dove si possono vedere i cani da adottare, oppure all'iniziativa del cane in affido a distanza.

Il cittadino che non possa prendere con sé in casa un animale, paga una piccola quota mensile per il suo mantenimento e potrà poi venire a trovarlo e a portarlo a passeggiare». Negli ultimi due anni sono stati riservati spazi per i cani anche in via Flemimg, piazza Maxia, piazza San Michele, due in viale Buoncammino, al Poetto presso il vecchio Ospedale Marino e all'Ex Vetreria di Pirri.

Nella foto Bahia, una bellissima meticcia adottabile in canile
Commenti
27/8/2016
I comunisti (e lo dico sicuro di fare un complimento a chi lo riceve, che si onora di esserlo) non perdono l´odiosa abitudine di provare a decidere chi deve parlare e cosa deve dire. Vecchie reminiscenze di un passato falce&martello, che dal suono della Balalaika li conduce alla "ballalaica" che la giovane classe dirigente, nel caso di specie, utilizza per difendere la "supposta" offerta di appuntamenti culturali che avrebbe proposto la tiepida estate Algherese
© 2000-2016 Mediatica sas