Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaDisservizi › «Ok il codice rosa, ma grave chiusura dei centri antiviolenza»
S.I. 6 novembre 2014
«Il Consiglio regionale approva il codice rosa in pronto soccorso, ma l’esecutivo è incapace di utilizzare anche gli strumenti che ha a disposizione», lo dicono i Riformatori per bocca del coordinatore Michele Cossa
«Ok il codice rosa, ma grave chiusura dei centri antiviolenza»


CAGLIARI - «Il Consiglio regionale approva il codice rosa in pronto soccorso, ma l’esecutivo è incapace di utilizzare anche gli strumenti che ha a disposizione: i Centri antiviolenza rischiano la chiusura perché la Regione unilateralmente ha modificato in corso d’opera i criteri di ripartizione delle risorse destinate al funzionamento dei Centri e delle Case di accoglienza per le donne vittime di violenza». Lo dice il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa.

«Non bastano i proclami. La violenza si combatte anzitutto fuori dagli ospedali. Bene il codice rosa, ma penalizzare – dice ancora Cossa – soprattutto i centri del centro e del sud della Sardegna significa assumersi una grave responsabilità: la decisione della Regione sta comportando il ridimensionamento dei servizi».

«Un fatto gravissimo, soprattutto in un momento di grande attenzione e sensibilità su questi temi».
Commenti
17/2/2017
Tre chilometri di nuove condotte a Porto Torres. E’ stato aggiudicato in via definitiva l’appalto di efficientamento delle infrastrutture del servizio idrico che riguarda diversi Comuni del Sassarese. L’investimento complessivo è di oltre due milioni di euro che consentirà non solo di migliorare notevolmente il servizio, ma anche di dare una boccata d’ossigeno all’occupazione. A vincere la gara è stata un’impresa di Porto Torres: la Angius Costruzioni
18/2/2017
Per completare l’intervento sarà necessario sospendere l’erogazione lunedì 20 febbraio dalle 14 alle 18. Coinvolte le vie Silvio Pellico, Liberazione e Indipendenza
16/2/2017
Si chiude l´annosa vicenda legata alla società Anglona, operante nel settore dei rifiuti. 123.342,72euro più spese legali da pagare al Comune di Tergu. «Fatta giustizia. Peccato non aver raggiunto un accordo», dichiara il sindaco Gian Franco Satta
© 2000-2017 Mediatica sas