Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaOpere › Appalti, nasce Centrale d´acquisto. «Non escludere imprese sarde»
S.I. 8 novembre 2014
Anche in Sardegna sarà realizzata un´unica centrale d´acquisto per i lavori e i servizi che realizza la Regione. I Riformatori Sardi sottolineando esigenza che vengano coinvolte le imprese sarde
Appalti, nasce Centrale d´acquisto
«Non escludere imprese sarde»


CAGLIARI - La Sardegna sposa in pieno la linea del governo sulle centrali uniche di acquisto e, entro la fine dell'anno, avrà la sua Centrale Unica di Committenza. «Non ci facciamo cogliere impreparati e anzi andiamo oltre le centrale di acquisto per la sola sanità perché quella che sarà istituita nell'isola coinvolgerà anche Enti Locali e Lavori Pubblici- dice l'assessore regionale della Sanità Luigi Arru, rilanciando l'invito alle Regioni fatto oggi dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin - Tutto questo significherà garantire efficienza e trasparenza oltre che ovviamente una notevole riduzione dei costi all'amministrazione regionale».

La Giunta Pigliaru ha già approvato tre delibere: una per la parte che riguarda i Lavori Pubblici, la seconda gli Enti Locali e l'ultima con la Piattaforma informatica che gestirà la Centrale. La parte che riguarda la Sanità è invece contenuta nella legge di riforma della sanità che sarà approvata la prossima settimana dal Consiglio regionale.

«La decisione di procedere velocemente sulla Centrale unica di acquisto ci trova d'accordo: è esattamente la direzione da noi indicata per garantire trasparenza, risparmi e servizi migliori". Lo dice il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa». «Ci aspettiamo ovviamente - dice Cossa - che la Giunta regionale la organizzi in modo tale da non tagliar fuori le imprese e i fornitori sardi. Questo è l'impegno che la Giunta deve prendere perché la situazione economica sarda è grave e le aziende della nostra Isola non devono essere tagliate fuori da un settore economico che pesa la metà del bilancio regionale».
Commenti
20/9/2017
Sono partiti in questi giorni i lavori straordinari sull´impianto di illuminazione pubblica per un importo di 135mila euro. Si tratta di interventi necessari legati in parte ai gravi danni causati dai continui furti di cavi elettrici ed in parte alla volontà di potenziare il servizio in alcune zone del territorio comunale
© 2000-2017 Mediatica sas