Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaRegione › «Province ancora doppio gioco del centrosinistra»
S.I. 13 novembre 2014
«Giunta e maggioranza continuano a tenere in vita artificialmente gli enti commissariati, divenuti ormai una ‘dependance’ della coalizione di governo», dichiara il capogruppo dei Riformatori Sardi Liberaldemocratici in Consiglio regionale, Attilio Dedoni
«Province ancora doppio gioco del centrosinistra»


CAGLIARI - «Sull’abolizione delle Province, il presidente Pigliaru e la sua maggioranza continuano a fare il doppio gioco: da un lato, il leader del centrosinistra non perde occasione per manifestare la sua volontà di sopprimere gli enti intermedi così come deciso dai sardi con i referendum del 2012 (pur senza, tuttavia, far seguire alcun atto concreto alle dichiarazioni di intenti); dall’altro, Giunta e maggioranza continuano a tenere in vita artificialmente gli enti commissariati, divenuti ormai una ‘dependance’ della coalizione di governo», dichiara il capogruppo dei Riformatori Sardi – Liberaldemocratici in Consiglio regionale, Attilio Dedoni.

«Così, il centrosinistra, per prorogare i commissariamenti e riservarsi eventualmente una nuova spartizione delle poltrone, è riuscito a inventarsi una norma palesemente intrusa, inserita di soppiatto nel disegno di legge sull’organizzazione della macchina amministrativa regionale durante l’esame in commissione e portata in Aula in tutta fretta per non dare troppo nell’occhio al cospetto di un’opinione pubblica il cui orientamento è stato già espresso in modo inequivocabile”, prosegue Dedoni. “Faremo tutto quanto in nostro potere affinché non passi la norma con cui si vuole prorogare il regime commissariale: le Province devono essere abrogate, non si può continuare a portare avanti un ‘accanimento terapeutico’ contro il volere dei cittadini».

«Quale sia il suo orientamento, però, il centrosinistra lo ha ribadito anche con la ‘finta riforma’ della sanità approvata stamani: commissariare tutto il commissariabile e, laddove le leggi non lo consentono, inventarsene di nuove», conclude il capogruppo. «Così, insieme alle Asl di cui già si è parlato abbondantemente, finirà commissariato anche l’Istituto Zooprofilattico, perché la fame è tanta e le poltrone non bastano mai. In un contesto simile, è difficile immaginare che, al di là delle parole del Presidente, ci possa essere davvero la volontà di fare qualcosa di democratico e cancellare una volta per tutte le Province così come hanno deciso gli elettori».
Commenti
19:13
«Innovazione strategica per le imprese», dichiara l´assessore regionale della Programmazione e del Bilancio, che in materia di alta tecnologia ha incontrato il presidente nazionale Elio Catania
13:39
Riprenderanno domani, i lavori delle Commissioni permanenti del Consiglio Regionale. Al mattino, sul tavolo a Sanità, Lavoro, cultura e formazione professionale. Nel pomeriggio, spazio al Governo del territorio
21:04
L´Assessorato Regionale delle Politiche sociali invita i Comuni a procedere relativamente all´istituzione del Reddito di inclusione sociale
© 2000-2017 Mediatica sas