Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaAmbiente › Fermato il progetto del fotovoltaico a Solanas
S.I. 29 dicembre 2014
Accolte le “osservazioni” presentate al Servizio Savi (sostenibilità ambientale e valutazione impatti) dell’Assessorato regionale della difesa dell’ambiente dalle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus con un atto di intervento
Fermato il progetto del fotovoltaico a Solanas


CAGLIARI - Superate le singolari interpretazioni delle norme sulla partecipazione dei cittadini alle procedure di valutazione di impatto ambientale. LOa Giunta regionale, con la deliberazione del 23 dicembre 2014, ha deciso l’“esito negativo per incompatibilità ambientale” in conclusione del procedimento di valutazione di impatto ambientale relativo al "Progetto di un impianto fotovoltaico della potenza di 7.111,11 kWp da realizzarsi in località Sa Guardia – frazione di Solanas in comune di Sinnai” presentato dalla Sa Guardia Agricola Immobiliare s.r.l.

Accolte le “osservazioni” presentate al Servizio Savi(sostenibilità ambientale e valutazione impatti) dell’Assessorato regionale della difesa dell’ambiente dalle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d’Intervento Giuridico onlus con un atto di intervento (10 settembre 2013) nel procedimento di Via. Il progetto, predisposto dalla società di progettazione Debasi srl, interessa buona parte della vallata di Santa Barbara (oltre 50 ettari), ora parzialmente occupato temporaneamente da materiali di scavo provenienti dai cantieri della nuova strada statale 125 ma prevalentemente terreni agricoli, pascoli, corsi d’acqua, macchia mediterranea.

La precedente procedura di verifica di assoggettabilità si era conclusa (con delibera regionale del 23 settembre 2011) con la decisione di svolgere il più approfondito e incisivo procedimento di Via proprio per il pesante impatto ambientale su terreni a vocazione agricola e pascolativa, con emergenze archeologiche, di sensibile interesse paesaggistico.
Commenti
19:41
In vista dello sciopero proclamato per il 28 gennaio dalle segreterie territoriali delle organizzazioni sindacali Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel, le aziende che svolgono i servizi della raccolta dei rifiuti solidi urbani hanno attivato le procedure tese ad assicurare nella giornata di sabato i servizi minimi essenziali e le prestazioni indispensabili
23/1/2017
Permane la forte criticità determinata da un pino crollato sul viale Sant´Ignazio da Laconi e che occupa l´intera carreggiata. Per questo il Comune di Cagliari ha prontamente provveduto a chiudere la strada alla circolazione dei veicoli
9:10
«L’extrema ratio sarà la risoluzione del contratto. La sanzione più grave a cui si può arrivare è la rescissione del contratto qualora non verranno garantiti i servizi». L’assessore all’Ambiente Cristina Biancu non esclude come ultima soluzione un annullamento del contratto o l’applicazione di “penali” per una serie di disservizi registrati e contestati nel servizio di raccolta e pulizia della città
© 2000-2017 Mediatica sas