Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSpettacoloConcerti › Un capodanno Ai Confini tra Sardegna e Jazz
A.B. 29 dicembre 2014
Non sarà il solito cenone con karaoke ad rallegrare il veglione di capodanno a Sant’Anna Arresi, ma quattro concerti gratuiti e DJ set, in programma sul cartellone della ventinovesima edizione del festival. Musica spumeggiante, per ballare e celebrare con brio l’arrivo dell’anno nuovo
Un capodanno Ai Confini tra Sardegna e Jazz


SANT'ANNA ARRESI - Non sarà il solito cenone con karaoke ad rallegrare il veglione di capodanno a Sant’Anna Arresi, ma quattro concerti gratuiti e DJ set, in programma sul cartellone della ventinovesima edizione del festival “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”. Musica spumeggiante, per ballare e celebrare con brio l’arrivo dell’anno nuovo. La festa si svolgerà all’interno del “Palanurghe”, tensostruttura capiente e riscaldata, adibita dal Comune di Sant’Anna Arresi appositamente per il festival. A partire dalle ore 21, saliranno sul palco i Kandirù, giovane band eclettica e visionaria, capace di unire mondi sonori apparentemente distanti come l'afro-beat, l'elettronica e la melodia europea. Sette elementi provenienti da esperienze musicali diverse e a volte contrapposte, uniti per dare vita ad una miscela esplosiva che abbraccia il meglio della musica dell’ultimo secolo.

Dalle 22, il giovane e talentuoso trombettista americano Peter Evans darà vita ad una performance in solo, per lasciare il pubblico a bocca aperta con un eccentrico mix di brani originali e libere improvvisazioni. Evans rimarrà sul palco come ospite speciale del terzo set in programma, lo scatenato duo americano Talibam!, con Matthew Mottel al sintetizzatore e Kevin Shea alle percussioni, accompagnato in quest’occasione dal sassofonista inglese Alan Wilkinson. Quel che risulterà è un progetto originale in prima assoluta a Sant’Anna Arresi, un quartetto energico e pronto a tutto. Il duo Mottel e Shea è rinomato nell’ underground jazzistico americano per la loro vivacità e costante buon umore, che traspare in tutti i loro brani e performance dal vivo.

Se qualcuno tra il pubblico non dovesse ancora aver trovato il ritmo giusto per ancheggiare alle musiche delle band, la Bandakadabra rimedierà caricando il Palanuraghe con l’entusiasmo e la positività per i quali son diventati famosi e ricercati in tutt’Europa. La banda, composta da sette fiati e due percussioni, sarà sul palco durante il conto alla rovescia per l’anno nuovo, che verrà inondato da un repertorio originale, in cui il jazz si sovrappone e alterna a melodie e ritmi latini e balcanici. Ma non è solo la musica a rendere particolari le performance della Bandakadabra, l’elemento teatrale è parte integrante (e dissacrante) dei loro show. Il riverente animatore delle danze sarà il percussionista e storico front-man Gipo Di Napoli, profeta del ballo e capace di trascinare all’interno del cerchio magico delle danze il pubblico di qualsiasi età e nazione.

I concerti saranno intervallati da un DJ set, che non permetterà alla musica di interrompersi neanche per un momento. E la notte musicale di Sant’Anna Arresi continuerà sino a tarda notte, con le Jam Session in programma nei tre Jazz Club del paese. Una capodanno diverso quindi, all’insegna della buona musica e dell’allegria. Ai confini tra Sardegna e Jazz è organizzato dall'associazione culturale “Punta Giara” con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna-Assessorati al Turismo ed alla Pubblica Istruzione, dal Ministero dei Beni Culturali, dalla Gestione Commissariale dell'ex-Provincia di Carbonia-Iglesias, dalla “Fondazione Banco di Sardegna”, dalle Amministrazioni Comunali di Sant’Anna Arresi e di San Giovanni Suergiu e con la sponsorizzazione della “Cantina Mesa” di Sant’Anna Arresi e della “Cooperativa Pescatori di Arborea”.

Nella foto: Peter Evans
Commenti
18:21
Més que un mes, il programma di quaranta giorni messo a punto dall’Amministrazione Comunale di Alghero e dalla Fondazione Meta, con il contributo di tanti artisti ed associazioni culturali, musicali ed artistiche, prende il via domani. Giovedì, alle ore 21, Piazza Pino Piras ospiterà il concerto del figlio dell’“algherese” Ivan
22:24
Serata speciale, domani, al Jazzino di Cagliari: ad “accompagnare” la resident band composta da Gianrico Manca alla batteria, Alessandro “Cinzio" Atzori al contrabbasso e Paolo Carrus al pianoforte, sarà il sax del “socio storico” dell´ultratrentennale quintetto di Paolo Fresu e protagonista assoluto del firmamento jazz internazionale
4/12/2016
Il repertorio di quest’anno comprende canti della tradizione natalizia in lingua algherese, sarda, spagnola e italiana. L´appuntamento è martedì 13 dicembre alla chiesa di San Francesco
2/12/2016
Il concerto dell’8 dicembre è dedicato al Santo Natale con la partecipazione del Coro Polifonico Turritano diretto da Laura Lambroni. Il Coro Polifonico Turritano avrà l’apporto strumentale dell’arpista Erika Perantoni
© 2000-2016 Mediatica sas