Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSpettacoloTeatro › Assemini: quando rovinarsi è un gioco
A.B. 8 gennaio 2015
In programma sabato un triplice appuntamento con lo spettacolo Gap, ispirato alla storia vera di una vita “esplosa” a causa del gioco d´azzardo patologico
Assemini: quando rovinarsi è un gioco


ASSEMINI - Riparte dal Campidano il progetto “Rovinarsi è un Gioco”/Sardegna 2014-2015 del “Teatro del Segno”: sarà il teatro della Scuola Media "Giovanni Pascoli" di Assemini a far da cornice al triplice appuntamento, sabato 10 gennaio (alle ore 9 ed alle 11.30 con le matinées per le scuole ed alle ore 21 con la recita serale), con lo spettacolo “Gap/rovinarsi è un gioco”, scritto, diretto ed interpretato da Stefano Ledda ed ispirato alla storia vera di una vita “esplosa” a causa del gioco d'azzardo patologico.

La pièce teatrale, fulcro del progetto (patrocinato dalla Presidenza della Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica, oltre che da diverse ASL e da Comuni e Province della Sardegna, e non solo), diventa preludio all'incontro-dibattito con medici, psicologi ed esperti dei “SerD”: cala il sipario sulla storia di Emanuele, il protagonista, vittima della passione per il videopoker e si apre il confronto, e la riflessione, su questa nuova e sempre più drammatica emergenza sociale, con gli effetti devastanti e incontrollabili di una vera e propria patologia ossessivo-compulsiva, con gravi ricadute sul piano economico e soprattutto nella sfera affettivo/sociale.

Un'intera giornata dedicata ad un tema scottante ed attuale, fortemente voluta dall'Amministrazione Comunale di Assemini, ed in particolare dall'assessore all'Educazione allo Sport, Cultura e Affari Generali (nonché vicesindaco) Jessica Mostallino, in collaborazione con l'assessore alle Politiche Sociali, Scuola e Volontariato Gianfranco Schirru e con l'assessore al Bilancio e Programmazione Giorgio Sabeddu: una sinergia tra istituzioni, con il supporto della Asl di Cagliari e la partecipazione degli esperti e operatori del SerD, per far fronte alla diffusione anche nel territorio dell'Isola della dipendenza da gioco d'azzardo. La scommessa di Assemini parte dalla sensibilizzazione (in particolare dei giovani e giovanissimi) e dal coinvolgimento del pubblico delle diverse fasce d'età anche attraverso l'arte e la cultura, e la forza espressiva ed evocativa del teatro capace di suscitare emozioni; e dall'attivazione di un circuito virtuoso per tutta la comunità con incentivi per gli esercenti che rinuncino alle slot machines.
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas