Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariEconomiaLavoro › A Pula un percorso per aspiranti startupper
A.B. 10 gennaio 2015
Avviato Insight: percorso di validazione dall’idea al business model, il programma di formazione imprenditoriale per aspiranti startupper
A Pula un percorso per aspiranti startupper


PULA – Il 3 dicembre scorso, nel Parco scientifico e tecnologico della Sardegna, a Pula, per quaranta progetti di startup ha avuto inizio la prima edizione di “Insight: percorso di validazione dall’idea al business model”, iniziativa organizzata da “Sardegna Ricerche” nell’ambito delle attività dello “Sportello Startup”. Nell’arco di sedici settimane, più di settanta aspiranti imprenditori (riuniti in quaranta progetti d’impresa) avranno modo di fruire di un programma di formazione imprenditoriale strutturato in otto lezioni e due seminari intensivi, che darà loro passo passo gli strumenti necessari per entrare in contatto con i primi clienti, stabilire i requisiti del proprio prodotto, validare il prezzo giusto per entrare nel mercato, progettare ed eseguire una campagna di vendita, e dialogare con potenziali partner e investitori.

Non si tratta di un programma di formazione qualsiasi: il vero apprendimento avviene fuori dalla classe, attraverso il confronto con il mercato, disciplinato da un metodo (“lean startup”) strutturato per massimizzare le possibilità di successo, e da strumenti in continua evoluzione. Per favorire il reale progresso dei progetti d’impresa, ogni due settimane gli imprenditori si confrontano con sfide pratiche, traguardi progressivi e metriche, il cui superamento garantirà il reale progresso dei progetti verso la comprensione del proprio mercato ed il successo della propria impresa. Si tratta di un percorso unico in Italia, che mette al centro il futuro imprenditore, la sua capacità di apprendere, e le sue competenze. Di questi quaranta team, dieci fruiranno anche di un servizio di affiancamento e supervisione continua, che li guiderà nell’applicazione di quanto appreso in classe ai loro progetti specifici e darà loro diritto di fruire di un contributo di massimo 7000euro per lo sviluppo di un prototipo “Mvp-Minimum Viable Product”.

Questi team sono: “Mimesis” (biomed): screening e ricerca di peptidomimetici ad uso biomedico; “Promupped” (advertising & marketing): servizio di gestione di “m-couponing”; “GeaHabitat” (architecture & real estate): soluzioni integrate di bioarchitettura per il clima mediterraneo; “Nip-New Innovative Projects” (healthcare & wellness): progettazione di macchine innovative per il benessere e la salute; “Zhips” (food): alternativa gustosa e leggera agli snack salati più diffusi; “Interactive Dida Book” (education): libri digitali interattivi per la simulazione di esperimenti scientifici; “Sport Hub” (wellness): un contenitore di sport, per il benessere di chi lo pratica e chi lo fa praticare; “iShop” (retail): soluzioni per facilitare la penetrazione del commercio elettronico; “Breathly” (healthcare & wellness): sistemi di monitoraggio e valutazione del respiro; “Brave Potions” (healthcare): soluzioni per migliorare l’esperienza medica dei bambini.

Il Percorso di validazione dall’idea al business model è un'iniziativa delloSportello Startup di Sardegna Ricerche, che si avvale per la sua realizzazione della collaborazione della società “The Doers” per il programma di formazione ed affiancamento, mentre Daniela Selloni, del dipartimento di Design strategico del Politecnico di Milano, e Leonardo Bellini, condurranno rispettivamente i seminari intensivi sul “Design Thinking” e sul “Social Media Marketing”. Gli aspiranti imprenditori avranno anche accesso gratuito a tutti i servizi che Sardegna Ricerche stessa mette a disposizione per sostenere lo sviluppo imprenditoriale. Per informazioni ci si può rivolgere allo Sportello Startup di Sardegna Ricerche, telefonando ai numeri 070/92432221 e 070/92432225, o inviando una e-mail all'indirizzo web sportellostartup@sardegnaricerche.it.
Commenti
16/10/2017
Dura presa di posizione di Desirè Manca e Maurilio Murru in riferimento alla mancanza di comunicazione fra Sassari e Cagliari a discapito dei lavoratori: «Una pec della Regione Sardegna arriva al Comune di Sassari e nessuno la apre ma, soprattutto, nessuno si preoccupa del fatto che a Cagliari ad un tavolo di discussione così importante che affronta i temi del lavoro non c’è Sassari. Nessuno dice niente, nemmeno una telefonata. Ogni commento è superfluo, ma il fatto è grave, molto, e merita una spiegazione, subito»
18:56
Rispondere al profluvio di comunicati imprecisi che arrivano dal centrodestra è un lavoro tanto noioso quanto inutile, ma quando tali comunicati finiscono per produrre informazioni errate e dannose per i cittadini non ci si può esimere dalla risposta
15/10/2017
Convegno promosso dalla Diocesi di Alghero-Bosa in preparazione alla Settimana Sociale dei Cattolici che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 ottobre
16/10/2017
Sabato, i lavoratori della miniera di bauxite hanno raggiunto gli operai del Geoparco che occupano il tetto di San Nicola da cinque giorni. L´incontro fra i due presìdi di protesta unisce due vertenze fondamentali per il territorio
16/10/2017
Il direttore generale dell’Agenzia, Massimo Temussi precisa che «la riapertura del Centro per l’impiego a Porto Torres è l’ennesimo tassello nella riorganizzazione del sistema di politiche attive per il lavoro che l’Aspal ha intrapreso dalla sua nascita, con la legge 9 del maggio dello scorso anno, che ha racchiuso sotto una gestione unitaria, con la regia regionale dell’Agenzia, tutti gli uffici territoriali del lavoro»
© 2000-2017 Mediatica sas