Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariEconomiaEconomia › «Fiumesanto ok vendita ma E.on faccia bonifiche»
S.I. 13 gennaio 2015
«La notizia della nuova vita delle centrali ex E.On dà speranza all’industria sarda, ma prima di lasciare l’Isola l’azienda faccia le bonifiche»: così commenta Paolo Truzzu, consigliere regionale di Fratelli d’Italia-An
«Fiumesanto ok vendita ma E.on faccia bonifiche»


PORTO TORRES - «La notizia della nuova vita delle centrali ex E.On dà speranza all’industria sarda, ma prima di lasciare l’Isola l’azienda faccia le bonifiche» Così Paolo Truzzu, consigliere regionale di Fratelli d’Italia-An, commenta la decisione di E.On di vendere gli asset di generazione elettrica a carbone e a gas in Italia al gruppo ceco Eph [LEGGI].

«La Giunta regionale deve impegnarsi affinché sia garantito il ripristino ambientale dell’area interessata dalla centrale – aggiunge – naturalmente con bonifiche a carico della vecchia proprietà o dei nuovi acquirenti».«Il territorio sardo ha già pagato duramente dal presenza industriale e scarso è stato il tornaconto in posti di lavoro e costi dell’energia», conclude Truzzu.

«Le nuove centrali devono essere più efficienti e meno inquinanti. Occorre, pertanto, da parte di tutte le forze politiche una vigilanza attenta in questa delicata fase di passaggio diroprietà».

Nella foto: la centrale di Fiume Santo
Commenti
18:54
Sarà pronto entro due mesi e servirà a decidere la destinazione dei fondi di ingegneria finanziaria. Servirà a decidere la destinazione dei fondi di ingegneria finanziaria aperti presso la Sfirs, circa 300 milioni di euro, durante la precedente legislatura
28/3/2017
Nel corso della riunione verranno esaminati, in particolare, lo stato di avanzamento dell’iter di valutazione delle proposte presentate e i tempi per l’avvio dei progetti
28/3/2017
A proporre l’emendamento alla manovra finanziaria il capogruppo regionale di Forza Italia Pietro Pittalis, l’ex assessore al turismo Luigi Crisponi (Riformatori) e il capogruppo del Psd’Az Angelo Carta
28/3/2017
Il patron di Moby ha un debito con lo Stato di 180 milioni di euro per l’acquisizione di Tirrenia in amministrazione straordinaria e la prima rata del Prezzo Differito, scaduta quasi un anno fa, non è stata pagata. È tutto nero su bianco nella settima relazione della gestione commissariale di Tirrenia che si riferisce al periodo che va dal 1° gennaio al 30 giugno 2016
16:58
I lavoratori dell’indotto dell’Area industriale di Porto Torres (Area di crisi complessa) potranno contare su un progetto di riconversione da 3 milioni di euro fondato sulle politiche attive del lavoro, che dovrà favorire il loro reinserimento occupazionale.
© 2000-2017 Mediatica sas