Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaSocietà › Oggi siamo tutti Charlie. Ma domani...
M.L.P.C. 15 gennaio 2015
Charlie Hebdo. Assalto alle edicole: il primo numero post attentato del giornale satirico parigino è andato letteralmente a ruba. A Cagliari tantissime copie erano prenotate da giorni e già dall’alba era tutto esaurito. Il vignettista satirico Tullio Boi commenta col suo talento e con una disegno creato in esclusiva per CagliariOggi l’accaduto
Oggi siamo tutti Charlie
Ma domani...


CAGLIARI – Ieri l’Italia (e l’Europa intera) si è svegliata con un’urgenza: correre in edicola ad acquistare "Il Fatto Quotidiano" che in allegato portava con se il primo numero di Charlie Hebdo post attentato. Ma per la maggior parte dei cagliaritani è stata un’impresa: Il Fatto, nelle maggiori edicole, era stato già prenotato da giorni e solo pochi fortunati si sono potuti accaparrare le copie non precedentemente acquistate. Una corsa all’allegato insomma.

Ma diciamoci la verità, anzi poniamoci un paio di domande: alzi la mano destra (senza pietra, disarmata) chi prima del 7 gennaio 2015 conosceva l’esistenza di Charlie Hebdo. E alzi invece la sinistra chi, una netta minoranza di sicuro, lo conosceva e ne apprezzava i contenuti, l’ironia e la satira. La realtà dei fatti è che quasi tutti noi non solo non ne avevamo mai sentito parlare ma nel momento in cui lo abbiamo conosciuto, abbiamo giudicato un po’ troppo blasfeme, un po’ troppo esagerate, un po’ troppo volgari quelle vignette. Ma nonostante ciò ieri c’è stato l’assalto alle edicole: tutti volevamo il paginone verde di Charlie con il musulmano che dice lui stesso Je suis Charlie. Vallo a capire l’essere umano. Oggi siamo tutti Charlie. Ma domani?

Nell’immagine: la vignetta di Tullio Boi creata in esclusiva per CagliariOggi
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas