Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaUniversitàConsens: successo per l´Università
S.I. 17 gennaio 2015
Ancora un successo per l’Università di Cagliari nell’ambito di Horizon 2020, il Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione, in particolare tra i progetti per l’innovazione tecnologica Spire (Processi industriali sostenibili attraverso l’utilizzo efficiente delle risorse e delle energie)
Consens: successo per l´Università


CAGLIARI - Ancora un successo per l’Università di Cagliari nell’ambito di Horizon 2020, il Programma Quadro europeo per la Ricerca e l’Innovazione, in particolare tra i progetti per l’innovazione tecnologica Spire (Processi industriali sostenibili attraverso l’utilizzo efficiente delle risorse e delle energie). Il risultato si aggiunge a quelli già conseguiti nelle scorse settimane nell’ambito dello stesso programma europeo.

Giovedì 22 gennaio si terrà infatti al Centro di ricerca della Procter & Gamble di Bruxelles il meeting di avvio del progetto di ricerca europeo Consens (Integrated Control and Sensing for Sustainable Operation of Flexible Intensified Processes), in cui è coinvolto un team dell’Ateneo cagliaritano guidato da Massimiliano Grosso, ricercatore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali. L’obiettivo del progetto è migliorare la produzione dei prodotti chimico-farmaceutici ad alto valore aggiunto con l’implementazione di sensori di nuova generazione assistita da software dedicati per la corretta interpretazione delle misure sperimentali. Lo scopo finale è quello di monitorare, controllare e ottimizzare i processi in continuo, riducendone le spese di esercizio e, di conseguenza, riducendo i costi dei prodotti per il consumatore.

Il progetto prevede l’attivazione di diverse borse di studio (borse di dottorato e post–lauream) per la formazione di figure professionali altamente specializzate, in grado di affrontare le sfide dell’industria chimica di processo del nuovo millennio. Il consorzio vincitore si compone di 15 enti beneficiari localizzati in cinque differenti Paesi europei, per un importo complessivo di circa 6 milioni di euro in 36 mesi: ne fanno parte aziende leader nell’ambito chimico-farmaceutico tra le quali Bayer, Procter & Gamble, Basf, Solvay e importanti università internazionali come l’Università di Dortmund.
Commenti
14:13
Mercoledì pomeriggio, il salone dell´ex Seminario, in Via Sassari 179, ospiterà la conferenza organizzata dall´Università per la Terza Età di Alghero, in collaborazione con il locale Dipartimento di Architettura ed Urbanistica della Facoltà di Architettura e tenuta da Silvia Serreli, Andrea Faedda e Baidy Cane
© 2000-2016 Mediatica sas