Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaAmministrazione › Buoncammino, allarme di Unidos: «Non resti ancora in mano al Dap»
M.L.P.C. 5 marzo 2015
Nuove destinazioni d’uso per l’ex carcere già da marzo. Sede della Dap e sezioni aperte al pubblico grazie al Fai. Ma il deputato di Unidos Mauro Pili non è d’accordo e minaccia «un´azione giudiziaria collettiva per la sua restituzione»
Buoncammino, allarme di Unidos: «Non resti ancora in mano al Dap»


CAGLIARI – Nuove destinazioni d’uso per l’ex carcere di Buoncammino. Entro il mese di marzo la Dap, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria della Sardegna e degli Uffici esecuzione penale esterna verranno trasferiti da via Tuveri alla sezione amministrativa di Buoncammino. Pare che così il Ministero risparmierà almeno 500 mila euro l'anno di affitto per gli attuali uffici.

Per ciò che riguarda le sezioni detentive, là dove si trovavano i carcerati, grazie all’opera del Fai, il Fondo Ambiente Italiano, ospiteranno i visitatori nelle ultime due domeniche del mese e in seguito accoglieranno l’associazione nazionale polizia penitenziaria. Le vecchie celle e le altre sezioni di detenzione, che sino a fine novembre hanno ospitato i carcerati trasferiti poi nel nuovo istituto di Uta, potrebbero essere visitabili già questo mese.

La guerra per l’ex carcere però non è conclusa. Il deputato di Unidos Mauro Pili è ancora sul piede di guerra e minaccia: «un'azione giudiziaria collettiva per la sua restituzione». «Il ministero della Giustizia sta mettendo a segno il grande scippo del carcere di Buoncammino. Con un atto arrogante e furtivo il Dap sta occupando la struttura per farne degli uffici e impedire così alla Regione di ottenere il passaggio immediato del bene al patrimonio regionale in quanto cessata la funzione statale del bene, come previsto dall'articolo 14 dello Statuto Sardo». Secondo Pili, «il blitz di queste prossime ore è arbitrario, grave e soprattutto senza alcuna autorizzazione. Non è pensabile che si trasformi un carcere in uffici senza che il Comune abbia dato alcuna autorizzazione in tal senso». E punta il dito anche contro la Regione: «hanno entrambi gli strumenti per bloccare tutto questo».
Commenti
25/5/2016
Ieri, la massima assise cittadina ha approvato all´unanimità il testo emendato dell´ordine del giorno presentato dai consiglieri Murru, Boscani e Desirè Manca
26/5/2016
La massima assise oristanese ha iniziato l´esame del documento contabile, presentato in aula dall´assessore del Bilancio Giuseppina Uda
25/5/2016
La selezione è aperta per un´elettricista specializzato, quattro operai generici, sei guide turistiche e un installatore di infissi e serramenti specializzato
25/5/2016
Lunedì 30 maggio nuova seduta del Consiglio comunale. All´ordine del giorno ritorna la Rete Metropolitana che andrà alla terza votazione. Nuove nomine all´interno delle commissioni secondo i nuovi assetti della maggioranza
25/5/2016
La nomina in occasione dell´assemblea dei soci di martedì 24 maggio. Il consulente del lavoro di Alghero sostituisce il dimissionario ingegnere Luigi Ceravola che ha lasciato il suo incarico lo scorso 5 aprile
© 2000-2016 Mediatica sas